Movimenti

Graticola

La puntata di Piazza Pulita di Formigli del 14/9/2012 era tutta incentrata sul Movimento 5 Stelle. Tra le cose trattate sicuramente uno dei servizi più interessanti, se non l’unico, è stata l’analisi del partito Pirata Tedesco. Il titolo di questo servizio recitava  Grillo e i Pirati Tedeschi che Spread! e per non essere da meno del  titolo, anche il contenuto del servizio era “leggermente” di parte.

Forse per colmare quello Spread, visto che uno degli elementi citati come differenza tra le due esperienze era sicuramente la graticola, anche il Movimento 5 Stelle della provincia di Milano ha deciso di organizzarne una per i candidati provinciali alle elezioni Regionali del 2012.

Forse, come recita questa richiesta di aiuto organizzativoqualche differenza tra i due movimenti esiste.
ieri, nel corso della riunione regionale, un gruppo di noi a 48 ore dall’evento graticole, con l’esperienza bresciana alle spalle, si è messo a lavoro sull’impostazione dell’incontro graticole per cercare una soluzione equanime dato anche l’enorme numero di candidati, che nel frattempo è passato da 120 a oltre 170 graticolandi. Premesso che la graticola non è stata pensata per 173 persone abbiamo provato a immaginare come gestire l’evento.  Ci rendiamo conto dei limiti che questo metodo può avere, ma siamo anche coscienti che la graticola è solo uno dei tanti strumenti che il cittadino avrà a disposizione per valutare i candidati, quindi, la cosa più importante è ripartire i tempi tra i candidati e usare gli stessi criteri, tanto che ieri ci siamo persino messi a fare dei test sul tempo, alla fine abbiamo calcolato che a ciascun candidato spetteranno massimo 5 minuti, ora che ci sono 50 candidati in più serviranno anche altre due giornate probabilmente oltre le 4 già previste.

La prima è sicuramente dimensionale, sia sotto l’aspetto numerico, visto che in Italia il Movimento 5 Stelle attirerà forse complessivamente 20 volte la percentuale attualmente presa dal corrispondente tedesco, e la seconda è legata all’aspetto della civiltà giuridica.

Solo in questo paese, dei governanti così corrotti che devono essere mandati a casa dalla magistratura prima della fine normale della legislatura, possono imporre ad altri loro sodali di cambiare la data delle elezioni per fare in modo che la loro dinastia non venga interrotta.

Queste due problemi innestati su una macchina ancora non abituata alle novità sui sistemi di scelta dei candidati introdotte dal movimento, hanno provocato questo ingorgo gigantesco. L‘introduzione delle votazioni online per la scelta di tutti i candidati, opzione divenuta nota solo una decina di giorni fa, è l’altra causa del problema. E’ la prima volta che in Italia si possono scegliere tutti i candidati ad un elezione e come tutte le novità vanno assimilate e qui il fattore tempo sta giocando a tutto sfavore dei protagonisti.

Quanto deve essere grande il bar del servizio di Formigli per contenere tutte le persone interessate, e soprattutto quanto tempo ci metteremmo a fare passare 173 persone sullo sgabello  del bar della foto?

Caro Zagrebelsky è in momenti come questi che ci servirebbe l’aiuto di tutti. Raccontateci che cosa farete voi per metterete i vostri elettori nella condizione di poter scegliere i vostri candidati. Confrontiamoci una volta su problemi concreti.  Fate anche voi fatica a trovare delle sale pubbliche ad un costo popolare?  Anche voi dovrete spostare qualche centinaio di persone nella notte per qualche sera fuori Milano?  Difficilmente riusciremo ad emulare la situazione piacevole che traspare dal video di Formigli. Un luogo così conviviale non sarebbe più idoneo per conoscere chi ci dovrà governare nei prossimi 5 anni? Non faccio queste domande anche alle altre forze politiche perché forse non avrebbero neanche la capacità di intendere di cosa stiamo parlando.

Finché si deve scegliere tra qualche persona la foglia di fico che deve coprire i Fiorito e le Minetti di turno la situazione è di facile gestione. Quando gli elettori diventano tanti e si è scelto di farli partecipare veramente il problema cresce soprattutto se i messaggi che vengono fatti passare in televisione suggeriscono mancanze presunte.

Al di là dello sfogo, perché è evidente che il problema della fisicità dell’incontro tra eleggibili ed elettori lo risolveremo, volevo dedicare giusto due righe al virtuale anche perché, come accennato nella richiesta di aiuto, la graticola non è l’unico metodo per conoscere i candidati e credo che tutti gli altri siano metodi virtuali.

Attualmente il principale canale dove gli elettori trovano i candidabili è  la Vetrina delle candidature  del Movimento 5 Stelle.  E’ quello il bar virtuale dove gli elettori possono ad esempio incontrarmi. In attesa che risolviamo il problema del bar reale, spero che in quello virtuale ci siano sgabelli per tutti e che l’atmosfera sia quella giusta per mettere tutti nelle condizioni migliori di scegliere.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s