Cibo / Paesaggio

Rifiuti urbani: parte la raccolta dell’umido a Milano,in zona 6, la mia zona!

Dal 26 novembre 2012 riparte la raccolta dell’umido a Milano.Inizialmente sarà effettuata in via sperimentale all’interno della zona 6 e in alcune parti della zona sudovest, poi si estenderà ,per quarti alla volta , all’intera città.

Dal mese di settembre, è stato inviato alle 168.000 famiglie della zona 6 ( molte di più di quelle programmate  in quanto si è constatato un maggior numero effettivo di utenze) , un  KIT composto da bidoncino familiare, sacchetti e bidoni condominiali.


Ieri sera, 21 novembre 2012, tutti noi  cittadini della zona 6 , siamo stati invitati presso il teatro della Creta, dal Comune di Milano e dai promotori dell’iniziativa “Con stile cambio vita a Milano“, a partecipare alla campagna per il cambiamento degli stili di vita e di mobilità a Milano.


Questa importante campagna di informazione è aperta a tutti i residenti e a tutte le persone che svolgono attività lavorative, sociali o ricreative a Milano.

 Per spiegare nei dettagli a noi cittadini, che cosa dobbiamo fare per mettere in atto quotidianamente la raccolta dell’umido, sono saliti sul palco alcuni esponenti dell’iniziativa : Graziano Fortunato , Gabriele Ravaiotti , Silvio Ziliotto , Sonia Cantoni Presidente Amsa ,Andrea Poggio  e infine Germano Lanzoni, comico cabarettista per informare in modo piacevole i presenti.

L’utenza presente invece era composta da circa 70 persone, la maggior parte anziani, proveniente dai quartieri della zona.

La presidentessa Sonia Cantoni è intervenuta dando spiegazioni su tutto il percorso intrapreso.
La raccolta differenziata dell’umido non è una novità per noi milanesi,  con l’impianto di  Muggiano si era già fatto un tentativo,che poi è fallito per i cattivi odori che emanava perciò nel febbraio del 2005  si è definitivamente chiuso l’impianto.

Una nuova tipologia di impianti è quindi stata messa in atto: gli impianti anaerobici. Questi lavoreranno su due fronti: da un lato produrranno biogas che verrà usato per produrre energia elettrica e calore, dall’altro produrrà compost destinato all’agricoltura, agli orti e ai parchi cittadini.

Vincitore della gara di appalto, perché prevede meno costi di trasporto, è stato l’impianto di Montello , posto all’interno di uno spazio siderurgico  dismesso, che si è reso anche  disponibile :

  • per tutti i cittadini o le scolaresche, infatti potranno andare a visitarlo previo appuntamento
  • per gli agricoltori, riceveranno gratuitamente il compost prodotto , unica spesa a loro carico sarà il trasporto
  • per gli Ortisti e agli orti didattici  che riceveranno un sacchetto di compost dimostrativo

Dati alla mano, Sonia Cantoni ha continuato a spiegare che attualmente, raccogliendo l’umido dalle utenze speciali, si arriva a 21 kg per abitante all’anno di raccolta, con la nuova raccolta si spera di arrivare a 49 kg all’anno per abitante.

Attualmente si copre  il 38% della raccolta differenziata, con il nuovo sistema ci si auspica di arrivare al 48% .

La zona 6 avrà quindi il compito d’ essere un po’ il motore trainante per la città e per spiegare bene che cosa si deve mettere nel bidoncino dell’umido, verrà inviato ad ogni famiglia un opuscolo con tutte le informazioni.

Nell’attesa possiamo farci un’idea con questa tabella della raccolta umido.

L’Amsa prevede di rendere  Milano una città dove la raccolta dell’umido abbia finalmente successo. Tuttavia se l’obiettivo era la raccolta  dei rifiuti  al 65 % entro il 2012, devo constatare che siamo ancora lontani; dobbiamo impegnarci veramente tutti e questa volta ne abbiamo maggiori possibilità, visto che possiamo usare la rete internet .

Al termine dell’incontro ho posto alla presidentessa dell’Amsa le seguenti domande:

  1. La raccolta dell’umido si farà anche nelle scuole?
  2. Come mai in mensa continuiamo a fornire agli alunni piatti, bicchieri e posate di plastica non biodegradabili?
  3. Quali sono i dati della raccolta differenziata nelle scuole? Tutte le scuole raccolgono in modo separato carta e plastica?

Le risposte a mio avviso sono state molto deludenti. Nelle scuole non si farà la raccolta dell’umido perché dovrebbe avvenire con cadenza giornaliera,per i piatti, bicchieri e posate devo rivolgermi alla responsabile di Milano Ristorazione e infine non ci sono dati sulla raccolta nelle scuole e non si sa nemmeno se tutte le scuole effettuano la raccolta differenziata di carta e plastica.

Perché in Italia dobbiamo agire solo parzialmente quando parte un progetto? L’obiettivo è rifiuto zero!

Quanto c’è di consumabile e quanto scartiamo quando compriamo un prodotto? Questa è la domanda che ci dovremmo porre ogni giorno , allora sì che il processo di cambiamento  e un nuovo stile di vita verrebbero ad attuarsi.

Per evitare che resti solo una domanda oggi in classe ho spiegato ai miei alunni il contenuto della serata e ho chiesto chi di loro avesse ricevuto il kit. Ovviamente hanno risposto tutti, pertanto ci siamo soffermati a parlarne un po’. Insieme abbiamo deciso di scambiarci informazioni su come ci organizzeremo per raccogliere l’umido e qualcuno ha suggerito di mettere una vaschetta vicino al lavello, così non ce lo dimentichiamo.

Abbiamo anche introdotto l’utilità o meno di produrre rifiuti, se a scuola portassero un merendina dentro un solo contenitore, ad esempio una scatoletta con dei biscotti o della frutta già tagliata, non avremmo nemmeno un rifiuto.Così quando hanno scoperto questa semplice operazione matematica, eseguibile anche a casa :  no imballaggi superflui = zero rifiuti mi hanno guardata tutti con occhi sgranati, come se gli avessi rivelato qualcosa di magico!

Buona raccolta dell’umido a tutti!

Sapete che si possono preparare gustosi pranzetti  con le parti che scartiamo? Provate a sperimentare la cucina con gli avanzi!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s