Cibo / Paesaggio

Rifiuto è Vita

I dieci passi di Paul Connett per smettere di produrre rifiuti

  1. Separare da subito i rifiuti attraverso la raccolta differenziata.
  2. Organizzare la raccolta “porta a porta”: in un comune come Torino la percentuale di raccolta differenziata raggiunge il 31% dove è attivo il sistema basato sui cassonetti di quartiere, esattamente il doppio nelle zone dove la spazzatura è prelevata direttamente dai palazzi.
  3.  Realizzare impianti di compostaggio, soprattutto nelle aree rurali, per permettere un immediato recupero dei rifiuti organici.
  4. Riciclare materiali che possono essere nuovamente introdotti nella filiera produttiva.
  5. Ridurre concretamente i rifiuti eliminando bottiglie, sacchetti e stoviglie di plastica; bevendo acqua del rubinetto; scegliendo prodotti riutilizzabili al posto di quelli usa e getta; acquistando latte, pasta, bevande e detergenti alla spina.
  6. Riutilizzare e riparare. Attraverso la creazione di centri per la riparazione è possibile recuperare con più facilità mobili, vestiti, infissi, sanitari, elettrodomestici, che possono essere sistemati e rivenduti. A San Francisco, in California, dove la percentuale di raccolta differenziata è passata dal 50% del 2000 all’80% del 2012, da 30 anni esiste un centro dedicato proprio a questo e il suo fatturato è di ben 3 milioni di euro l’anno.
  7. “Più butti più spendi”, ovvero il calcolo della tassa sull’immondizia va fatto in base alla quantità di rifiuti conferiti nel cosiddetto “sacco nero” e quindi non riciclabili. A Capannori, primo comune ad aderire a Zero Waste, l’uso di sacchetti dotati di microchip -quindi in grado di controllare i kg di spazzatura prodotti dall’utente- ha portato la differenziata al 91%.
  8. Costruire centri di recupero e selezione dei rifiuti nei pressi delle discariche, in modo che materiali sfuggiti alla raccolta dei cittadini possano essere comunque riciclati e che rifiuti tossici non finiscano in discarica.
  9. Investire in centri di ricerca e riprogettazione degli oggetti industriali, perché per Connett “ se non può essere riusato, riciclato o compostato allora non doveva essere prodotto”.
  10. Azzerare i rifiuti entro il 2020.

Il convegno istituzionale del 22 novembre celebrava, insieme ai cittadini, il 26 di novembre,  partenza della raccolta differenziata dell’umido in zona 6, in linea dunque con il punto 1 e 2 del decalogo di Connett.

L’iniziativa il Rifiuto è Vita è un’applicazione del punto 6 del decalogo di Connett partendo dall’idea di aiutare gli altri è posto l’accento sul concetto di riuso.

Sabato 24 novembre saranno attivi questi luoghi di raccolta

  • Zona 1 Piazza Resistenza Partigiana / corso Genova angolo via San Vincenzo ore 10.00  – 18.00
  • Zona 2  Piazza della Martesana (vicino al mercato) ore 10.00 – 16.30
  • Zona 3  Via Benedetto Marcello (angolo via Petrella) ore 10.00 – 16.30
  • Zona 4 Piazza Medaglie d’Oro (lato Mariposa) ore 10.00 – 17.00
  • Zona 5  Via dei Missaglia (ang. Via Boifava di fronte al supermercato Billa) ore 10.00 -18.00
  • Zona 6  Darsena (incrocio Ripa di Porta Ticinese con Viale Gorizia) ore 10.00 – 18.00
  • Zona 9 Via Von Hayek (angolo viale Piero e Alberto Pirelli) ore 10.00 -18.00
mentre domenica 25 novembre ci potete trovare
  • Zona 4  Piazza Medaglie d’Oro (lato Mariposa) ore 10.00 – 17.00
  • Zona 7  Piazza De Angeli (ang. via Marghera) ore 10.00 -18.00
  • Zona 8 Piazza Gramsci (and. Via Procaccini) ore 10.00 – 18.00
portando Coperte, Sacchi a Pelo, Sciarpe, Scarpe, Indumenti, Intimo, CD e  DVD, Libri, Piccoli elettrodomestici e Giochi per bambini. 

Nella presentazione dell’edizione 2011 della stessa manifestazione potete trovare molte informazioni riguardo lo stato dei rifiuti a Milano.

Paul Connett era a Milano per il convegno Zero Waste del 15/10/2012

Ecco una sua lunga intervista

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s