Cibo

Steven Vromman

Steven Vromman l'Uomo a basso Impatto Ambientale

Steven Vromman l’Uomo a basso Impatto Ambientale

Un  pò di sere fa ho visto la puntata di “La terra vista dal cielo – La fine del petrolio” bellissima come al solito. Mi ha colpito tra l’altro la storia Steven Vromman che incarna ottimamente i concetti a cui mi ispiro. Bisogna partire da cambiare  noi stessi per farsi carico veramente dei problemi gravissimi che ci attanagliano. Lui ha fatto così. Ha voluto diminuire drasticamente il consumo di petrolio ops il suo consumo di petrolio e le conseguenze sulla sua vita sono straordinarie. Abbiamo solo da imparare. E poi conoscete la mia passione per le Zucche

Con pazienza potete leggere il suo blog con il traduttore. Qualche dettaglio in italiano sulla sua vita ad impatto zero la trovate qua e come mio contributo ho tradotto post.

Steven è cresciuto in un piccolo villaggio nelle Fiandre in tempi in cui tutto era possibile e non c’erano limiti. Nella sua adolescenza cominciò a farsi delle domande , ed è diventato sempre più coinvolto nelle questioni Nord – Sud, in quelle  dei diritti umani e della giustizia. Durante un viaggio in Bolivia, all’età di 26 anni, si è confrontato con la realtà  per la prima volta, e vedere con i propri occhi la disparità, lo ha spinto in modo determinato a fare qualcosa al riguardo.

“Non è una questione di povertà, ma di distribuzione della ricchezza. Si tratta di una lotta contro la povertà sì, ma anche contro la ricchezza “

Steven vive a Gent, e passa la metà del tempo con i suoi due figli (di 15 e 12 anni) . Lavorava nel settore delle ONG quando ha deciso di verificare se fosse possibile per lui vivere una buona vita nel rispetto dei limiti del pianeta. Questo significa ridurre drasticamente la sua già bassa impronta ecologica . Così ha passato un anno a trovare e testare diverse soluzioni ecologiche. Per esempio: non vola, è diventato vegetariano (mangia locale, stagionale e biologico), ha iniziato a raccogliere l’acqua piovana per i servizi igienici, fa il compost dai suoi rifiuti organici, e ha installato 1 pannello solare sul suo tetto. Con un solo pannello solare e tutte le misure che ha fatto per ridurre il suo consumo di energia, Steven è ora quasi del tutto auto-sostenibile nel suo consumo energetico.

“Il più era decidere di ridurre il mio impatto , il resto era solo pratiche”

Dopo aver terminato il suo anno a basso impatto, si è reso conto che è possibile avere una buona vita, nel rispetto del pianeta, e che è più conveniente, più sano e più sociale. Così egli continua a vivere in un modo molto sostenibile, godendo anche di un rapporto più stretto con i suoi figli.

“Non dobbiamo avere paura di vivere con meno cose materiali e con meno soldi, otteniamo tante altre con il fare un passo indietro per respirare e prenderci il nostro tempo”

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s