Cibo

Nutrire nove miliardi di persone

Evan Fraser ha sviluppato un sito dove potete vedere questo cartone animato molto istruttivo e piacevole

La presentazione inizia a fare una chiara connessione tra la “primavera araba” e la crisi dei prezzi alimentari. Si rende evidente che la crisi alimentare può portare a disordini civili e conflitti e guerre. Con aumento della popolazione e l’evoluzione delle diete, la domanda di cibo crescerà di un 50% entro il 2050 (a proposito: non esattamente le previsioni FAO).

L’aumento della produzione di alimenti non può fare a meno di prendere in considerazione anche l’aumento dei prezzi dell’energia. A fronte di questi problemi il sito propone quattro  strategie di soluzione:

1. Scienza e tecnologia = ipotesi di aumento del 50% della produzione mondiale (in particolare curare l’aumento in Africa, con la necessità di sviluppare anche soluzioni locali, lavorando con gli agricoltori)

2. Una migliore distribuzione = oggi, c’è una media di 2700 calorie, per persona … abbastanza per fornire cibo a sufficienza per tutti, ma non è ben distribuita.

3. Supportare i sistemi alimentari locali = agricoltori e le città collegate; sistemi alimentari locali sono buffer tra consumatori e mercati globali

4. Un nuovo regolamento per l’agricoltura sostenibile

Ci sono però voci che propongono una minore regolamentazione, persone che dicono che la scienza e la tecnologia rende più soldi per le grandi aziende, ecc … Altri ritengono che le città siano troppo grandi e la domanda troppo grande per i sistemi alimentari locali.

Tuttavia, il modo in cui il Sudafrica vinse la siccità nel 1992, fornisce un ottimo esempio di una costruzione politica globale in materia di scienza e tecnologia (colture resistenti alla siccità, le previsioni del tempo), una migliore distribuzione del cibo (centri di stoccaggio degli alimenti), più l’uso dei sistemi alimentari locali .

Le critiche hanno i loro punti di forza, ma non ci sono universali. Dobbiamo adattare le soluzioni al paesaggio complesso del XXI secolo. Un portafoglio di soluzioni di equilibrio che deve essere sviluppato. I sistemi alimentari hanno il loro ruolo da svolgere.
Abbiamo modelli molto buoni per prevedere le necessità alimentari (evoluzione della popolazione) e la condizione per la produzione (modellazione del clima).
Pertanto, le soluzioni esistono per agire a livello locale e internazionale!

La cosa veramente interessante è che siamo noi a scegliere quali, tra le soluzioni proposte per risolvere il problema di come nutrire 9 miliardi di persone, devono essere approfondite. Una conoscenza, in questo caso individuale, è alla base della creazione di uno strumento che stimola la partecipazione di tutti alla formazione di idee. Ad un primo sguardo, a differenza di Rolling Jubilee sembrerebbe non esserci un’azione pratica da condividere ma spulciando tra i menù ecco un decalogo di azioni pratiche.

Nutrre Nove Miliardi Di Persone

A proposito al momento, i sistemi alimentari locali sono quelli più gettonati per un ulteriore approfondimento!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s