Cibo

Obiettivo: scambio dei semi di Agistrella (Agrostemma)

Tutto iniziò il 16 febbraio 2014 quando mi recai allo scambio dei semi Mandillo dei semi e rimasi estasiata nel vedere decine e decine di piccoli barattolini dai nomi più strani. Dentro si celavano misteriosi e profumati semi che chiedevano solo di essere presi e seminati. Mentre finivano dentro  bustine contenenti le istruzioni, presi la decisione di ritornare l’anno dopo a ridonare ciò che mi stavano offrendo.

KINDLE_CAMERA_1391181382000Il primo passo di questo viaggio, data la varietà di semi presi , fu quello di scrivere il nome a cui si riferivano e immaginarne la forma delle foglie e il colore dei fiori. Non avevo mai visto un fiore di Agistrella ma solo il nome metteva allegria.

KINDLE_CAMERA_1391175820000Il balcone divenne una piccola sala d’attesa e ogni mattina scrutavo il terreno nella speranza di vedere i primi germogli.20140429_104620 (2)

Dopo alcune settimane una rigogliosa chioma spuntava dal vaso con il nome Agistrella. Per mantenerla in salute occorrevano bagnature delicate a giorni alterni. Non era la solita piantina sul balcone che stava crescendo: portare a termine il ciclo per avere dei semi da scambiare la faceva diventare un “gigante” della botanica.

20140523_074153 (1)Un mattino di maggio ecco che spuntò il primo fiore; ricordo che ne annunciai l’arrivo a mezzomondo. La gioia che scaturisce dall’avere un fiore nato da un seme piantato con le proprie mani non ha pari.

20140623_074043~2 (1)

Ed ora dopo quasi 4 mesi eccoli qui, i miei boccioli di Agistrella/Agrostemma ; verranno riposti in un sacchettino di carta per completarne l’essiccamento e a febbbraio 2015 faranno parte dello scambio di semi. Non vedo l’ora di poter attrezzare il mio banchetto e invitare le persone a provare questa esperienza così coinvolgente.

PS: giardinieri si diventa anche attraverso prove ed errori, io ho sempre chiamato questi semi e fiori Agistrella in realtà è l’ Agrostemma . Probabilmente mentre seminavo Perilla e Nigella ho inserito nel club delle  “illa e “ella ” anche lei. Non abbiatene male il risultato è bellissimo ugualmente.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s